David Card

David Card (Guelph, 1956) è un economista canadese, vincitore del premio Nobel per l'economia nel 2021 assieme a Guido W. Imbens e Joshua Angrist.[1][2][3] Card ha fornito contributi fondamentali alla ricerca sull'immigrazione, sull'istruzione, sulla formazione professionale e sulla disuguaglianza sociale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

David Card è nato a Guelph, Ontario, nel 1956.[4] I suoi genitori erano produttori di latte. Card ha conseguito il Bachelor of Arts presso la Queen's University nel 1978 e il dottorato in economia nel 1983 presso la Princeton University. La sua tesi: "Indicizzazione nei contratti di lavoro a lungo termine", sotto la supervisione di Orley Ashenfelter.[5][6]

Card ha iniziato la sua carriera presso la University of Chicago Graduate School of Business, dove è stato assistente di Economia Aziendale per 2 anni. Ha fatto parte della facoltà dell'Università di Princeton dal 1983 al 1997, prima di trasferirsi a Berkeley; dal 1990 al 1991 è stato visiting professor alla Columbia University.[7] Dal 1988 al 1992, Card è stato Associate Editor del Journal of Labor Economics e dal 1993 al 1997 è stato co-editore di Econometrica. Dal 2002 al 2005 è stato co-editore di The American Economic Review.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Redazione OnLine, Nobel Economia a David Card, Joshua D. Angrist e Guido W. Imbens per le ricerche sul mercato del lavoro, su corriere.it, 11 ottobre 2021. URL consultato l'11 ottobre 2021.
  2. ^ (EN) The Sveriges Riksbank Prize in Economic Sciences in Memory of Alfred Nobel 2021, su NobelPrize.org. URL consultato il 2 novembre 2021 (archiviato l'11 ottobre 2021).
  3. ^ (EN) Canadian-born David Card among 3 winners of Nobel in economics, in CBC News, 11 ottobre 2021. URL consultato l'11 ottobre 2021.
  4. ^ (EN) David Card – Facts, in Nobel Prize. URL consultato l'11 ottobre 2021.
  5. ^ (EN) Sam Kagan e Mahya Fazel-Zarandi, Card GS '83, Angrist GS '89 win Nobel Prize in Economics, in Daily Princetonian, 11 ottobre 2021. URL consultato l'11 ottobre 2021.
  6. ^ (EN) David Edward Card, Indexation in Long Term Labor Contracts, Princeton University, 1983.
  7. ^ Eugenio Occorsio, Salario minimo e immigrati cubani il Nobel a tre economisti del lavoro, in La Repubblica, 12 ottobre 2021, p. 22.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN76394045 · ISNI (EN0000 0001 1475 3298 · LCCN (ENn82257145 · GND (DE124526586 · BNF (FRcb123623502 (data) · NLA (EN36060023 · WorldCat Identities (ENlccn-n82257145